Care girls, chi di voi non ha mai fatto parte di un gruppo di WhatsApp? Questa modalità di dialogo corale senza dubbio è comoda, efficace e divertente. Ma, attenzione! può anche rivelarsi insidiosa.  Meglio, allora, seguire qualche piccolo accorgimento per non generare fraintendimenti, inimicizie e cancellazioni brusche. Ecco i consigli di RM:
1. Innanzitutto un po’ di galateo. Niente messaggi chilometrici. Non scrivete a orari improbabili come la mattina presto o la sera tardi. Evitate di accendere polemiche sterili o di intavolare discussioni a due all’interno di un gruppo. E riducete al minimo i messaggi vocali, comodi per chi li fa, un po’ meno per chi li riceve: richiedono tempo per essere ascoltati e un’opportuna situazione di fruizione.
2. Per evitare fraintendimenti, approfittate della recente funzione introdotta da WhatsApp: la risposta con citazione all’interno delle conversazioni. In sostanza, se i messaggi si susseguono a ritmo serrato, ora si può scegliere di replicare a un singolo intervento. Basta toccare il messaggio desiderato e si apre uno scrolling: scegliendo Rispondi, il messaggio verrà citato sotto (su Android) o sopra (su iOS) la nostra replica.
3. Niente spunte blu: se volete leggere un messaggio senza che il mittente ne riceva notifica, il trucco c’è: alla ricezione del messaggio impostate la modalità aereo, entrate e leggete inibendo in questo modo l’invio della conferma di lettura. Poi uscite e riattivate la connessione dati.
4. La vostra libreria è zeppa di foto di amici e video di gattini che fanno le fusa? niente paura: Entrate nelle Impostazioni, andate su Chat e disabilitate il salvataggio dei media ricevuti. Potete anche selezionare, tramite la voce Auto-download file multimediali, se e con quale copertura di rete scaricare immagini, audio e video.
5. Se siete abituate a infarcire i vostri messaggi di faccine e simbolini, fate attenzione: le emoji vanno bene se scrivete a un’amica, ma non a persone con le quali siete poco in confidenza. E poi siete sicure di trasmettere sempre l’idea corretta? Un recente studio ha evidenziato che le emoji possono avere differenti rese grafiche nei vari sistemi operativi: pensiamo di inviare una faccina di felicità e il destinatario, che magari non usa Samsung ma Apple, la interpreta in modo un po’ diverso. Per non sbagliare, aggiungetele piuttosto che sostituirle al concetto che volete esprimere. Meglio se a fine frase, per non appesantire la lettura!


6. Ricevete centinaia di messaggi ogni giorno e volete salvare dal marasma delle chat quello che vi ha inviato il “tipo” irresistibile che avete da poco conosciuto ? tenetelo premuto e selezionate la stellina. Andando in Impostazioni, Messaggi importanti, potrete rileggere tutti i messaggi che avete archiviato.
7. Non volete uscire del tutto da un gruppo, ma non sopportate le notifiche continue che vi distraggono dallo studio? C’è una soluzione: potete silenziarlo per otto ore, una settimana o un anno. Entrate nel gruppo e, fra le opzioni, scegliete Silenzioso. Che pace!
8. Se invece proprio non ne potete più di un gruppo di amici petulanti che vi intasano la chat di lamentele o di inutili catene, congedatevi senza sbattere la porta! Meglio uscire di scena con stile piuttosto che andarsene senza spiegazioni.