La verità è una sola: a livello superficiale siamo agli opposti, due mondi completamente separati che possono sembrare disgiunti. Ma alla fine per quanto riguarda la nostra profondità e le nostre radici, siamo uguali. Condividiamo gli stessi valori.

Luca Onestini e Raffaello Tonon descrivono così la loro amicizia. Un legame profondo e indissolubile nato all’interno del Grande Fratello VIP, che prosegue e si rinsalda giorno dopo giorno. Soprattuto nella vita quotidiana. Infatti la coppia più amata della seconda edizione della Casa si lascia andare a gag e battute anche a telecamere spente. Tanto da spingere il giornalista e amico comune Gabriele Parpiglia a convincerli a scrivere un libro “a quattro mani”. Nasce così “Gli Oneston”, nelle librerie e su tutte le piattaforme digitali per Mondadori Electa.

Venti i capitoli per venti situazioni nelle quali gli Oneston si confrontano in un succedersi serrato di scambi e battute. Dalla grigliata amata da Luca e che Raffaello aborra ai consigli di Tonon a Onestini per il primo appuntamento. Dalle regole del bon ton alle passioni tutte italiane della palestra e del calcetto, passando per le vacanze (Ibiza o Cattolica?), la scelta dei ristoranti, il teatro. I due, insomma, hanno punti di vista spesso agli antipodi, ma solo se li si osserva superficialmente. Su alcuni temi infatti, quelli che contano, la pensano esattamente allo stesso modo.

Fumetti e vignette divertenti accompagnano i dialoghi tra “Gli Oneston”, trasformando il loro primo lavoro “di coppia” in una lettura leggera e coinvolgente, pensata per regalare un sorriso, aiutando tutti a prendersi un po’ meno sul serio.

 

Divertente, ironico, irriverente ma con un forte messaggio. Nonostante la loro apparente diversità, la differenza d’età, di interessi e di modi di vivere, l’amicizia vera è quel legame che ti permette di poterti confrontare e sostenere nonostante tutto. E che ti lega per la vita.

«I nostri due universi ai poli opposti che sembrano distanti nei punti di vista e nei modi di fare si incontrano e si intrecciano in nome dell’amicizia – racconta Luca -. Tanto che proprio l’ultimo capitolo del libro è dedicato al legame tra me e Raffaello, un valore fondamentale quanto troppo spesso dimenticato». Alla base, la completa onestà nei confronti dell’altro e un profondo rispetto. Il tutto completato da una fiducia “esagerata” e dal fatto che insieme si divertono come pazzi, sottolinea ancora Onestini. «Lo faccio arrabbiare solo perché voglio ridere – rivela l’ex calciatore -. Lui allora sbrocca e mi riprende… non aspetto altro! Mi dice sempre che gli tolgo la salute… ma poi quando non ci sono, gli manco!».

Il feeling tra i due, insomma, è davvero perfetto. Ma esclusivo. «Se qualcun altro mi dicesse anche solo un decimo di quello che esce dalla bocca di Raffaello non rimarrebbe impunito – scherza Luca -. E viceversa. Con lui non mi offendo, mi metto a ridere! E dire che in uno dei miei primi confessionali al GF ho dichiarati agli autori che lo avrei fatto autoeliminare. Lui, d’altronde, era più che certo di volermi fuori dalla Casa».

E dire che, oggi, sono diventati una coppia inseparabile anche sul lavoro. Infatti, tutti i giorni conducono insieme con Susanna Scalzi il programma radiofonico “Pomeriggio Zeta”.

Le qualità che Luca ammira di Raffaello…

  • l’estrema intelligenza;
  • dice sempre la cosa giusta al momento giusto;
  • ha un carisma trascinante: quando Raffaello parla, concentra l’attenzione su di sé;
  • tratta tutti allo stesso modo. È una persona molto sincera, quindi se non gli vai a genio ti tiene lontano, ma se si convince che sei una brava persona instaura immediatamente un ottimo rapporto.

… e i difettucci per i qual non smetterà mai di prenderlo in giro J

  • la voce,
  • il modo di vestire (sembra vecchio: a 38 ne dimostra 95!!),
  • la “pesantezza”… per dire “Ciao come stai?” ci mette 10 minuti

 

A proposito di carisma e attenzione per gli altri, Luca non è certo secondo a Raffaello. Proprio lo scorso 30 maggio ha, infatti, giocato nella squadra de “I campioni del sorriso” la Partita del Cuore, che da oltre trent’anni vede artisti e celeb impegnati nella solidarietà. Quest’anno l’evento aveva lo scopo di sensibilizzare e raccogliere fondi a favore dell’Istituto Gaslini di Genova, un policlinico pediatrico tra i più grandi e importanti d’Italia dove si svolge ricerca per la lotta ai tumori. Hanno partecipato 48 mila persone, grazie alle quali sono stati raccolti un milione e duecento mila euro. Luca, però, ha voluto contribuire personalmente. E insieme alla maglia utilizzata durante la partita, ha messo all’asta sul sito Charity Stars  anche gli scarpini per dare un contributo ancora più diretto.

Con un cuore così, come fa a resisterli la sua bella Ivana?

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata