Autunno, tempo di letargo. Un istinto che, purtroppo, talvolta colpisce anche la nostra specie. Soprattutto il lunedì mattina. Ma se anche voi, come la bellissima bella addormentata delle favole, sognate di svegliarvi in piena forma, arzille e riposate grilli, c’è una soluzione. Anzi, ce ne sono ben otto. Eccole!

  1. Rendi accogliente la tua camera. Un copriletto caldo, alcuni morbidi cuscini e qualche tenero peluches: al di là dei gusti personali, l’obiettivo è quello di dar vita a un ambiente confortevole che invita a rilassarsi. Un passo fondamentale per distendere i nervi…
  2. Elimina le fonti di luce. In particolare, i fastidiosi led che virano al rosso o al blu di smartphone, tablet, televisioni e pc disturbano il sonno. Proprio non riuscite a dormire completamente al buio? Scegliete una fonte luminosa ambrata, che stimola la corretta produzione di melatonina, l’ormone che regola il ritmo sonno-veglia.
  3. Definisci la tua routine del sonno. Ti hanno sempre detto che devi dormire 8 ore per essere ben riposata. Eppure, quando ti svegli, non vorresti far altro che tornare a letto. Come può essere? Normalmente il problema sta nel fatto che non hai ancora definito uno schema ricorrente al quale il tuo organismo può fare appello. Così riuscirai a svegliarti qualche minuto prima del suono della sveglia!
  4. Rinuncia all’allenamento. No, non stiamo parlando di quel sano workout di metà pomeriggio grazie al quale sei in super forma, ma quegli esercizi “dell’ultima ora”, fatti per correre ai ripari appena prima di andare a letto. Sebbene possa sembrarvi una mossa azzeccata (perché così vi stancate), l’esercizio fisico intensivo a ridosso dell’ora nella quale ci si corica è da evitare. Infatti, aumenta l’ormone del cortisolo, che controlla lo stress, nemico del relax utile al sonno.
  5. Lascia in dispensa i cibi spazzatura. Quando il nostro fisico è sottoposto a una dura prova, come lo è il rimanere svegli e attivi anche se siamo stanchi, ci spinge a fare il pieno di cibo-spazzatura, il più ricco di stimolanti. In questo caso, combatti la fame nervosa, semplicemente concedendoti una dose extra di riposo.
  6. Dimezza le bevande eccitanti. L’ultima tazza, o tazzina, deve limitarsi a dopo pranzo. Niente scuse!
  7. Fatti un massaggio. Favorisci il rilassamento del corpo (contratto dopo una giornata di corri corri), con un auto-massaggio agli olii essenziali. Una piccola coccola che scioglie le tensioni.
  8. Libera la mente. Da “pensatoio” a luogo di riposo. Spesso, infatti, quando ci mettiamo a letto lasciamo che la mente, invece di rimanere leggera, si appesantisca di pensieri negativi: dalle difficoltà affrontate in giornata agli impegni che ci attendono. Come combattere ciò che ci appesantisce? Semplice, focalizzandosi su un ricordo positivo. Proprio quegli stessi pensieri felici che servivano a Peter Pan e ai bambini sperduti per volare!!

A proposito dell'autore

L'uomo può indossare ciò che vuole. Resterà sempre l'accessorio di una donna. Coco Chanel

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata