Il fatto che siamo qui a parlarne significa che è cambiato poco o niente? Oppure qualcosa sta succedendo? Nonostante fiumi di parole, in alcuni ambienti la magrezza eccessiva continua a essere un valore. Certe modelle che soffrono la fame dalle copertine delle riviste dovrebbero fare più pena che altro. E invece sono sempre lì, spacciate per icone di bellezza. Donna grissino = donna giusta, figa, cool.  Basta! Più di una di noi, però, si è stufata e ha incominciato a fare una guerra santa contro diete massacranti per il fisico e lo spirito. E qualcuna ha iniziato a farsi un vanto delle proprie forme procaci cantandolo ai quattro venti. La hit del momento è della giovane e polposa Meghan Trainor: All about that bass (testo originale e traduzione ): una bella presa di coscienza di sé: “ogni centimetro di te è perfetto, dalla testa ai piedi”. Cantandola giusta si è guadagnata 99 milioni di visualizzazioni su Youtube. E Lena Dunham? La 28enne rotondetta americana di un metro e sessanta, scrittrice, sceneggiatrice, regista e attrice ( https://twitter.com/lenadunham e http://instagram.com/lenadunham) ha messo al centro dell’attenzione la sua burrosa normalità. E, intorno a sé, il resto del mondo. Ci ha guadagnato in salute, fama e conto in banca.
Kate Winslet, attrice inglese e premio Oscar, da anni si batte contro quelli che vorrebbero farla entrare in una taglia 38, quando lei probabilmente sceglie una 44-orgogliosa di averla.
E che dire di certe meravigliose top model come Candice Huffine, 28 anni, un metro ottanta per 77 chili. Cicciona lei? Ragazze, vista sul calendario Pirelli, non dà l’idea della povera sfigata. Guardate un po’ sul suo account FB.
…e poi ci siamo noi, quelle del mondo terreno. Se la mamma ci ha fatte robuste, i prossimi passi sono questi: al primissimo posto, farsi scivolare battute, sguardi e sfottò sul peso. La miglior risposta agli stupidi è andare fiere di se stesse. Funziona sempre: restano a bocca aperta e ci stanno pure male. Poi, adotta il motto: disinvoltura, postura e molta, molta eleganza. Ti servirà per sempre. È vero, è difficile metterlo in pratica, soprattuto quando non si è per niente sicure del proprio aspetto fisico. Ma l’importante è iniziare a lavorarci su. L’altro passo fondamentale è valorizzarsi. Se non sei slanciata, magari non farti crescere i capelli fino ai fianchi: fatti consigliare da un buon parrucchiere. Scegli abiti che ti stiano bene: per la serie “leggins bianchi no”. E invece, sì a uno stile tuo, magari ispirandoti ai look di modelle come Candice. Sarai unica. Fai ginnastica, perché un corpo tonico, anche sotto la morbidezza di qualche chilo in più, si vede e si apprezza. E il corpo sodo si crea di giorno in giorno sin da ragazzine. Non avere fretta, un passo dopo l’altro. Ma c’è ancora una cosa importante da ricordare. Le persone belle sono quelle intelligenti. Hanno un fascino unico e irresistibile, che inizia dagli occhi e finisce nell’anima. Chi può resistere?