Mancano solo due giorni alla festa più attesa dell’anno. Avete già pensato come acconciare i capelli? Se siete ancora indecise, lasciatevi ispirare dalla nostra gallery

Del look scintillante per le feste vi abbiamo già parlato. Ora che il party del 31 dicembre si avvicina è il momento di pensare ai capelli. Quale occasione migliore dell’anno per rivoluzionare la vostra solita acconciatura? A Capodanno tutto vale! Vediamo allora, insieme, gli styling più glam del 2017, curiosando sul web e prendendo spunto anche dalle celebrity che, tra occasioni mondane e party, sono sicuramente “le più esperte” di acconciature indimenticabili.

Cominciamo dai raccolti: un evergreen di Capodanno è sempre lo chignon, in tutte le sue varianti: alto, laterale o basso, ma anche finto spettinato. Altri due classici sono la coda e le trecce, da rivisitare in versione serale. La treccia per esempio si può realizzare a corona, in diverse sezioni della chioma, oppure in versione spettinata, o scomposta, lasciata ricadere quasi con noncuranza sulla schiena o lateralmente su una spalla. La coda di cavallo, invece, la si può realizzare in modo tradizionale – alta o bassa – avendo cura di nascondere l’elastico con una ciocca di capelli per un effetto più chic. Oppure in versione bubble ponytail, ovvero andando a formare delle piccole code fermate in più punti con piccoli elastici in modo che vadano a creare un effetto criniera.
Un’idea originale? Abbinare treccia e chignon per ottenere un risultato spettinato chic. Oppure lavorare lo chignon a ciambella dietro la testa e poi lasciar ricadere naturalmente due ciocche di capelli per dare movimento al look.

Se volete dare ai vostri capelli un tocco da “regine della festa”, quest’anno non avete che da sbizzarrirvi. Come abbiamo visto sulle passerelle, must have di stagione sono fermagli, spille, forcine, bijoux e broches, declinati in svariate versioni gioiello: si puntano di lato sui capelli sciolti o si lasciano ricadere disordinati su teste neo grunge. Si possono sostituire agli elastici per fermare gli chignon, e funzionano anche sui capelli medio-corti.
Insomma, basta un accessorio per fare la differenza. E non è detto che debba essere una tiara stile principessa. Anche senza grandi eccessi, un nastro, un fiocco o un filo dorato può fare magie.

La chioma accessoriata non fa per voi? A seconda della lunghezza dei vostri capelli, potete scegliere lo stile anni Venti, con riga di lato e onde lucenti, il wet tomboysh che punta su minimalismo a zero volumi e gel lucenti. O ancora i mitici “bob” e “lob” (che non sono due pop star americane, ma i nomi chic del caschetto o carré un po’ più lungo), dei quali così tanto abbiamo sentito parlare in questo 2016: per renderli ancora più glam potete giocare sul volume, mettendovi a testa in giù e dandoci dentro con phon e spazzola. O potete impreziosirli con un tocco di gel glitterato o di tinta glitter, di quelle che se ne vanno dopo pochi lavaggi.

Salva