Ascoltatevi profondamente

Non zittite la vostra voce interiore

Lasciate parlare la vostra essenza

Fate chiarezza in voi stesse

E trovate il coraggio di diventare chi volete essere

Perché chiunque, in ogni momento, ha il potere di cambiare la propria vita

 

Sara ha tutto quello che la gente potrebbe desiderare: un bel lavoro che la fa guadagnare bene, un fidanzato premuroso, amiche presenti e una vita stimolante a Londra, una delle più belle città al mondo. Eppure quest’esistenza all’apparenza così perfetta non la soddisfa e non la rende felice. Manca qualcosa. Ma cosa?

Sara lo scoprirà rispondendo ai dubbi che da tempo le frullavano in testa grazie all’aiuto, arrivato quasi per magia, di una ragazza conosciuta per caso. Un’amica che ti invoglia a ragionare fuori dai soliti schemi e ti spinge a mettere da parte il “sentire comune” per ascoltare te stessa. E, finalmente, scoprire dove stai andando e chi vuoi diventare.

La vostra strada non ha ancora incrociato quella di un guru capace di ispirarvi e incoraggiarvi com’è accaduto a Sara? Forse non è così. O, meglio, potreste fare il primo passo per cambiare le cose leggendo “Chocolate & The City. Diario di un’italiana a Londra, tra lusso e Nutella” (clicca qui per leggere la sinossi su ragazzamoderna.it). Sara, infatti, è la protagonista proprio di questo entusiasmante nuovo romanzo edito dalla casa editrice e piattaforma di crowfunding BookRoad (clicca qui per visitare il sito). La penna è quella di Rona Persichetti, già autrice del libro di formazione al femminile “Una spa per la mente”, nel quale sotto forma di una chiacchierata tra amiche, spronava le donne a trovare il giusto compromesso tra lavoro e vita. Personale, ovviamente.

Se state pensando che “Chocolate & The City”, e la sua protagonista Sara, potrebbero diventare il vostro mentore nella costruzione dell’esistenza che desiderate, ci avete visto giusto.

E, allora, cosa aspettate? “Chocolate & City. Diario di un’italiana a Londra, tra lusso e Nutella” si può acquistare cliccando qui.

Ma come nasce “Chocolate & The City. Diario di un’italiana a Londra, tra lusso e Nutella”? Lo abbiamo chiesto all’autrice Rona Persichetti…

«Il libro è nato dall’ultima pagina e l’ho scritto quasi a ritroso. Ma d’altronde, quando hai qualcosa da dire le parole vengono da sé. Era, infatti, diverso tempo che avevo in mente di mettere nero su bianco una storia che raccontasse le difficoltà incontrate da molte donne nel mondo del lavoro. Un universo che troppo spesso “risucchia”, obbligandoti a rincorrere il tempo che sembra non bastare mai e a conformarti agli stereotipi imposti dalla società. Argomento che conosco bene, visto che ho lavorato come avvocato d’affari in Italia e poi a Londra, dove ho vissuto per cinque anni conseguendo un master in business administration. “Chocolate & The City”, infatti, è un libro semi autobiografico!»

Perché hai pensato fosse importante raccontare questa esperienza?

«Le donne devono sapere di potercela fare. Tutti, in qualsiasi momento, possono cambiare il corso della loro esistenza. Devono solo volerlo. Per arrivare al cambiamento è, però, necessario intraprendere un percorso. Un viaggio all’interno del proprio “io”, iniziando (forse per la prima volta!) ad ascoltarsi profondamente, lasciando parlare la propria essenza, facendo chiarezza tra i pensieri e i desideri. L’innesco del processo è, purtroppo, l’insoddisfazione che porta all’infelicità.

Ecco perché è così importante cambiare le cose. Lo so perché io stessa ho seguito corsi di formazione e crescita personale, e oggi faccio coaching. Do sostegno a chi inizia a farsi delle domande, aiuto le persone a fare chiarezza e a essere consapevoli delle risorse delle quali dispongono. Infatti, spesso non manca il coraggio di cambiare le cose: la difficoltà sta nel chiarirsi le idee e decidere di conseguenza. In questo caso, avere “una spalla” con la quale confrontarsi può essere molto utile».

L’esperienza di Sara insegna. Ed è anche molto divertente…

«Il libro è ironico. Un po’ perché la leggerezza fa parte del mio stile di scrittura e, dall’altra, perché adattarsi ad abitudini e usanze di un Paese diverso dal proprio implica comunque alcuni divertenti malintesi. Per esempio, l’utilizzo della parola “Lovely”. Gli inglesi la ripetono continuamente, inducendoti a pensare che apprezzino molto quello che hai fatto. E invece… significa semplicemente OK!»

Come tenere sotto controllo il timone per non andare fuori rotta?

Seguendo questi tre consigli:

  1. Non identificatevi mai e poi mai con il vostro lavoro. Tutti noi abbiamo più identità: siamo professioniste ma anche sorelle, mamme, mogli.
  2. Non abbiate mai paura di cambiare. Non si è mai troppo vecchi per seguire le proprie passioni. E se ti accorgi che non lo stai facendo…
  3. Imparate a dire di “no” a tutti gli obblighi che rubano il vostro tempo di qualità senza darvi nulla in cambio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata