A quanto pare non importa che siate ventenni o trentenni, siamo tutti Millennials! Già perché nel 2018 nessuno diventa più adulto…

Essere giovani è dura, ma diventare adulti lo è ancora di più. Ci si domanda sempre quando si diventerà grandi, senza trovare una risposta. Infatti in passato questa distinzione era ben definita dai passaggi della vita: come la laurea, il matrimonio e i figli. Ma oggi non è più così. I Millennials passano fra stati d’adolescenza a quella di età adulta, in un battito di ciglia. Se i ventenni di un tempo, si ponevano obbiettivi come la creazione di una famiglia, oggi difficilmente i trentenni riescono a fare progetti oltre i sei mesi. L’asticella si è notevolmente spostata in avanti con gli anni, in quanto tutto è precario e mutevole.

A rivelarlo è la ricerca condotta da McCann Truth Central, “Truth About Youth”. Lo studio ha evidenziato come i giovani facciano un passo avanti e altri tre indietro. Ad esempio, spesso capita che riescano ad affittare un appartamento per andare a vivere soli, ma poi per svariate ragioni, sono costretti a ritornare a casa con i propri genitori. Questo accade sopratutto in Italia, ma non solo. I Millennials vivono momenti di insicurezza dettati dalle precarie condizioni di lavoro e quindi economiche che non permettono loro di fare progetti concreti per il futuro. Ormai è in voga il termine “To Adult” il sostantivo di adulto è diventato un verbo. Già perché si finge di mostrarsi cresciuti, anche se in realtà non si crede di esserlo davvero.

Ma che tipi di adulti sono i Millennials?

Sono persone che hanno avuto un imponente flusso tecnologico e l’accessibilità a informazioni di ogni genere. Di conseguenza sono cambiati anche i punti di vista sulla vita e sull’esistenza. Arrivando alla consapevolezza che diventare adulti, non significa necessariamente raggiungere delle tappe prestabilite, ma semplicemente ricavarsi momenti di vita di cui godere. Queste generazioni sono accomunati dalla ricerca di tre verità: “trova te stesso”, “trova le tue persone” e “trova il tuo posto nel mondo”.

A questo punto non ci resta che pensare che anche Peter Pan è un Millennial!

Essere o non essere...adulti! Questo è il dilemma dei Millennials

 

 

A proposito dell'autore

Post correlati