È arrivato il freddo e la tentazione di restare a casa guardando un film diventa davvero irresistibile. Perché non invitare delle amiche a farci compagnia? Noi mettiamo i film e voi i pop corn!

Indignazione

«Non è la classica storia di un ragazzo che incontra una ragazza che si innamora di luiÈ più complicato di così e, in questo senso, è più reale».

Il film è ambientato nel 1951 e racconta la storia del giovane studente ebreo Marcus Messner, interpretato da Logan Lerman. Marcus si traferisce da Newark, New Jersey in un piccolo collage conservatore dell’Ohio, per sfuggire al pericolo di dover andare a combattere la guerra di Corea. Dal principio il ragazzo e molto concentrato sugli studi e sul lavoro in biblioteca, fin quando non  incontra Olivia Hutton (Sarah Gadon). Quest’esperienza al collage metterà in discussione tutto ciò che lui è stato fino a quel momento. I due protagonisti riproducono uno spaccato di vita dell’epoca, fatto di contraddizioni, insicurezze e paure. Una storia che promette di emozionare con la gioia, la confusione, l’ingenuità e la potenza di un amore che nasce, se pur complicato.

Love is in the air- Turbolenze d’amore

Cosa fareste, se vi capitasse d’incontrare un vostro ex o uno che avete frequentato per un po’, senza che andasse a finire bene? Ah piccolo dettaglio, non avete via di fuga…

Questo film racconta la storia di Julie, interpretata da Ludivine Sagnier, un’artista in carriera che deve prendere un aereo per  tornare a Parigi. Ovviamente non sa, che su quell’aereo c’è anche Antoine, Nicolas Bedos, affascinante donnaiolo di cui era innamorata tre anni prima. I due all’inizio cercano di ignorarsi, ma sette ore di volo son lunghe, questo ci darà l’opportunità di tuffarci nel loro passato, e rivivere il loro primo  incontro, il loro amore e la fine della loro storia. Ritrovandoci così a domandare, cosa succederà arrivati a terra? Una storia divertente interpretata molto bene dagli attori, che riescono a trasmettere con i loro sguardi quel pizzico d’odio, che rimane dopo una storia finita male. Ma sarà davvero solo questo ciò che resta…

Ti amo Presidente

«Ti stai sbagliando signor Obama, perché non è un primo appuntamento… finché non sarò io a deciderlo».

Tutto comincia a Chicago, in un pomeriggio del 1989, quando un ragazzo e una ragazza stanno vivendo il loro primo appuntamento. Quei due ragazzi si chiamano Michelle e Barak Obama. Il film segue l’intera giornata, pacata e leggera, raccontando qualcosa di inedito sulla vita di entrambi, tra studi, difficoltà familiari e aspirazioni giovanili. Durante quest’uscita, Michelle e Barak visitano una mostra di quadri e vanno insieme al cinema a vedere Fa’ la cosa giusta di Spike Lee, uscito proprio in quei giorni. Il film è pieno di cose che fanno ridere, o sorridere pensando e sapendo a cosa è successo poi a quei due: «La politica?», chiede lei; «Forse…», dice lui. I due protagonisti sono interpretati molto bene da Tika Sumpter e Parker Sawyers.