Quale libro può curare il mio cuore? Nei libri ci sono tutte le risposte, basta saperle leggere!

Aspettami fino all’ultima pagina- Sofìa Rhei

“Ci sono tanti modi di vincere alla lotteria. Uno dei migliori è innamorarsi ed essere ricambiati”

Inizia con questa frase il libro che appena sarà aperto fra le vostre mani farete difficoltà a richiudere. Silvia ha quasi quaranta’anni, vive e lavora a Parigi e ha una relazione difficile con Alain. Un uomo sposato che da mesi le promette di lasciare la moglie. Ma la fatidica sera in cui lui dovrebbe trasferirsi da lei, le cose non vanno come previsto. Da quel momento Silvia cade in un turbine di tristezza e di umiliazione, ma è così che decide di riprendere in mano la sua vita.

Alain però non si da per vinto e facendo così mette in difficoltà Silvia, che non è abbastanza forte da rimanere indifferente alle avances dell’uomo che ama. Viene allora convinta dalla sua migliore amica a fare visita a un bizzarro terapeuta; che sembra sia capace di curare le persone con la letteratura. Finalmente Silvia comincia a chiedersi quali siano i suoi desideri più profondi, e a riflettere su ciò che deve eliminare dalla propria vita.

Nel racconto Silvia trova conforto nelle storie d’importanti autori come: Italo Calvino, Se una notte d’inverno un viaggiatore. Nella prima pagina c’è scritto:

“Stai per cominciare a leggere il nuovo romanzo Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino. Rilassati. Raccogliti. Allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circondi sfumi nell’indistinto. La porta è meglio chiuderla”

Invece aveva appreso da Clarissa Dalloway, la protagonista del romanzo di Virginia Woolf che:

“Il momento di maggiore felicità è quello in cui ci si trova in procinto di cominciare a sperimentarla”

L’altra linea della vita- Roberta Cuttica

“A un certo punto non c’è più bisogno di trovare le ragioni per battersi, c’è bisogno di trovare le ragioni per non mollare, per continuare, per credere ancora. Di solito è in quel momento che si realizza la conquista più importante. Te stesso”

Leon ha sedici anni, una bella famiglia e tutta la vita davanti, ma sta per perdere la persona a cui tiene di più al mondo, Sylvia, la sua migliore amica, minata da una grave malattia. Prima di andarsene la ragazza gli regalerà un diario fitto di parole preziose, che lo guideranno in un viaggio disseminato di incontri sospesi fra realtà e magia.

Comincia così per Leon un’avventura senza respiro, accompagnato dal diario ricevuto in dono, che giocherà un ruolo sorprendente. Un viaggio rocambolesco, in cui il ragazzo si imbatterà in personaggi indimenticabili e dovrà decidere a ogni passo se seguire la strada principale, la più battuta, oppure un altro percorso, quello che forse sarà in grado di cambiare la sua vita.

Donne che corrono con i lupi- Clarissa Pinkosa Estés

“In tempi duri dobbiamo avere sogni duri, sogni reali, quelli che, se ci daremo da fare, si avvereranno”

Questo libro è un cult che ha cambiato la vita di milioni di donne. Attingendo dalle fiabe europee, russe e asiatiche, e dai miti delle più diverse tradizioni culturali, Clarissa Pinkola Estés (analista) fonda una psicanalisi del femminile attorno alla straordinaria intuizione della “Donna Selvaggia”. Intesa come forza psichica, potente, istintiva e creatrice, lupa indomabile e al contempo materna, ma soffocata da paure, insicurezze e stereotipi.

È un viaggio all’interno di noi stesse, alla riscoperta dell’essenza stessa della donna, della propria natura, delle proprie origini. Un intramontabile capolavoro di poesia, psicologia e spiritualità.

“Andate e lasciate che le storie, ovvero la vita, vi accadano, e lavorate queste storie dalla vostra vita, riversateci sopra il vostro sangue e le vostre lacrime e il vostro riso finché non fioriranno, finché non fiorirete”

Chi di voi non si è mai rifugiato fra le pagine di un libro?

Quel dolce piacere di perdere la cognizione del tempo e di dimenticare, almeno per qualche ora, le sofferenze del cuore. Ci sono personaggi dei romanzi nei quali rivediamo noi stessi, per questa ragione spesso amiamo un libro più di un altro. Dipende dalla fase che stiamo attraversando, mentre lo stiamo leggendo. Se ci pensate bene, quale libro ha segnato la vostra vita? Sono accettate anche le fiabe. Sì, perché anche le protagoniste delle favole, riportano alla nostra mente l’immagine che abbiamo di noi stesse, e da questo paragone possiamo trarre forza. L’idea della terapia attraverso un libro è anche questo: proiettare noi stesse e i nostri problemi insieme con quelli dei nostri eroi e capire, che come loro hanno raggiunto il lieto fine, possiamo farlo anche noi.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata