Il top model secondo classificato all’Isola dei Famosi, parla della sua esperienza in Honduras, del rapporto con Malena e con Raz Degan, il vincitore.

Prima di approdare in Honduras hai solcato prestigiose passerelle. Come ti sei avvicinato al mondo della moda?

“Ho iniziato quattro anni fa, all’età di 19 anni. Sono partito per Milano per inseguire il mio sogno e ho iniziato subito a fare casting, arrivando a essere selezionato come modello per Armani. Sono stato indubbiamente fortunato, ma non è solo questione di fortuna: ciò che mi differenzia dai miei coetanei è la forte ambizione, la voglia di scalare la vetta. Inoltre, devo molto agli incontri che ho fatto e alle persone che ho conosciuto in questo percorso”.

L’esperienza sull’isola è stata come te l’aspettavi?

“No. Son arrivato in Honduras con obiettivi precisi: volevo apparire, essere il bello della situazione. Invece, ho capito subito che non sarebbe stato così… Sapevo che stavo andando a fare un programma difficile, ma non credevo fosse così dura: ho pensato anche di lasciare il programma, ma poi ho deciso di resistere”.

Qual è stata la parte peggiore?

“La fame! Sono abituato a mangiare sei, anche sette volte al giorno e, quindi, sull’isola non solo avevo sempre fame, ma non riuscivo a fare tutte le cose che avrei voluto perché ero fisicamente spossato”.

Sei soddisfatto del risultato?

“Sì. È una di quelle esperienze che ti capitano una volta nella vita e dalle quali puoi imparare molto. Inoltre, era la mia prima apparizione televisiva, ma devo dire che mi son adattato abbastanza bene. Tirando le somme posso dire che nonostante tutto è stata un’avventura che rivivrei volentieri e che consiglierei a chiunque di intraprendere”.

Che ne pensi della vittoria di Raz, avresti preferito vincesse qualcun altro?

“Raz è stato un grande giocatore e personaggio, ha affrontato l’isola da naufrago e dimostrato tutto il suo valore, non avessi partecipato al programma devo dire che sarei stato un suo fan.
Dal punto di vista della convivenza, è stato molto difficile relazionarsi con lui… Abbiamo avuto parecchie discussioni, ma posso dire solo una cosa: chapeau a Raz”.

Come rispondi a chi ti accusa di essere raccomandato da Luna Berlusconi?

“Ho sempre fatto tutto da solo, senza alcuna raccomandazione. Anche ci fosse stata occasione non lo avrebbe mai fatto. Le persone che mi hanno seguito me lo dicono sempre: se vali e meriti andrai avanti da solo”.

Qualche commento sulle tue liaison sull’Isola?

“Ci son stati alti e bassi ma siccome il rispetto, per me, è una cosa importante, ho cercato sempre di essere rispettoso e anche umile: per questo mi son allontanato da alcuni compagni, per essere più neutrale. Certe strategie di gruppo non mi interessavano: il vincitore sarebbe stato uno solo, inutile quindi immergersi in queste tattiche”.

Non ci dici nulla su quello che è successo con Malena?

“Con lei ho chiarito tutto. La nostra è un’amicizia nata dopo settantacinque giorni di convivenza in circostanze difficili, e che prosegue anche oggi. Quando però ho capito che forse lei vedeva qualcosa di più in me, siamo andati a pranzo e ho chiarito come stavano le cose per me. Certo, sicuramente è rimasta un po’ delusa dalle mie parole, ma  abbiamo parlato bene e tutto è finito nel migliore dei modi”.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

“Spero che la mia esperienza sull’Isola sia un trampolino di lancio: mi piacerebbe lavorare nel cinema, diventare un attore. Per farlo inizierò a studiare e nel frattempo continuerò la mia carriera nella moda, che fa parte della mia vita e mi da molte soddisfazioni”.