Jeans per sempre

Washed e svasati negli anni anni Settanta, dal taglio “boyfriend” per Elizabeth Taylor, Marilyn Monroe e Audrey Hepburn. Sfilacciati e borchiati secondo Madonna, “Capri” per Jacqueline Kennedy. Gisele Bundchen porta gli “short shorts”, mentre Kate Middleton li sceglie skinny, come Anna Wintour. I jeans, insomma, governano incontrastati da sempre. E, ovviamente, hanno conquistato anche le passerelle di stagione. Per esempio, Balmain osa il total look declinato nella variante biker, con tanto di catene, o in quella bon ton, tailleur impunturati compresi. Seguono le uniformi patchwork di Alexander McQueen, i rigorosi modelli di Derek Lam, Lemaire e Philosophy, i trench di Jean Paul Gaultier, i capispalla destrutturati di Chloè e le creazioni firmate Valentino.

Optano, invece, per “il dettaglio che fa la differenza” Acne Studios, designer di bermuda maschili e giacche oversize dal mood marinaresco, e Sister by Sibling, che propone il denim con pois stile anni Cinquanta, in omaggio al decennio che lo ha sdoganato come daywear.

C’è poi chi gioca con i contrasti. Come DKNY e Fendi, che esaltano il fascino “vissuto” di salopette e pantaloni con le toppe con elementi stridenti come un tubino o una giacca rigorosa e Donna Karan, che accosta camicie dal taglio mannish a pareo leggeri. Effetto romantico per Isabel Marant, che al denim associa pezzi sexy, come camicette in seta e cache coeur stretti in vita, casacche avvitate e pizzi lavorati.

Sono pop, invece, i look studiati da Ashish, che racconta l’incontro tra Occidente e Oriente, grazie a jeans impreziositi da pailletes, Tommy Hilfiger, ispirato dai colori vitaminici del sole e del mare Au Jour Le Jour, divertente e ironico, con stampe a dinosauro e tye&dye. Più dark Alessandra de Tomaso, Moschino e Vuitton, che ai jeans associano cristalli, piume e ricami, pelle nera e borchie. Ispirazione hippy, poi, per Marques Alemeida con micro top intrecciati e pants fluidi, casacche trapezioidali e camice a kimono.

Più esotici i jeans cesellati come fossero stucchi arabi di Roberto Cavalli o quelli proposti da Diesel Black Gold che regalano atmosfere da “Le mille e una notte” con top che lasciano scoperto l’ombelico e decorazioni a specchio. 

2 Risposte

  1. jessiske

    volevo chiedere se le minigonne siano in o out ?????????
    nn voglio essere fuori moda

    • Elena Gregoriani

      Ciao jessiske,
      io non avrei dubbi: le minigonne sono sempre e comunque super in! Che tu le scelga in jeans oppure in eco-pelle (come vanno di moda quest’inverno!), con fantasia tartan-collegiale oppure di ispirazione etno-folk come quelle di Stradivarius (dai un’occhiata al sito all’indirizzo http://www.stradivarius.com/it/it/abbigliamento/gonne-c1262511.html).
      Sdoganato l’orlo sopra il ginocchio, resta il fatto che indossando la mini è importante adottare alcuni accorgimenti:

      – abbina alla gonna un paio di calze coprenti tipo leggings. Così eviti ibernazione e cadute di stile: mai scoprirsi troppo!
      – al tacco 12 preferisci le sneakers oppure un paio di stivali bassi: le minigonne sono già sexy, non serve esagerare con l’effetto “femme fatale”!
      – sotto mini… sopra maxi! No, non sto parlando di un maglione informe, ma è buona regola lasciare nell’armadio altri capi striminziti (per esempio quella maglietta ultra-corta e stretch): la virtù sta nel mezzo!

      Spero di esserti stata utile, e non dimenticarti di raccontare a RM qual è il tuo abbinamento preferito!