Anima romantica e sapore retrò, lo stile shabby (dall’inglese usurato, logoro) unito alla parola chic (che non ha bisogno di spiegazioni) sta riscuotendo un immenso successo.

Piace ai giovanissimi, che non hanno smesso di sognare e amano l’idea di recuperare “l’armadio della nonna” ricco di intarsi e farlo rivivere. E ha conquistato anche chi, pur non desiderando una casa completamente arredata con questo mood, non disdegna qualche accenno old fashioned. Sì, perché se presi singolarmente alcuni pezzi shabby chic sono decisamente pacchiani, lavorati nel modo giusto e inseriti in un determinato contesto diventano sublimi. Iper femminili e capaci di tornare a farci essere in contatto con il nostro lato più easy e naturale.

Nato nelle case signorili delle campagne inglesi, regni di dipinti antichi e merletti, porcellane fiorate e tendoni, grandi lampadari e polverosi mobili lavorati, lo stile si modifica nel tempo. Arricchendosi di nuove suggestioni. Tra queste anche lo stile nordico, naturale e molto lineare, e al contrario, quello rococò.

Ma perché scegliere lo stile shabby chic? Ecco le nostre tre ragioni!

  1. Ti regala un mondo magico iper femminile. Sospesa tra elementi che sembrano venire da un’altra epoca, ti sembrerà di vivere una favola. O un romanzo. Come se fossi una delle sorelle Bennet di “Orgoglio e Pregiudizio”.
  2. Ti fa apprezzare il passato e guardare con un occhio più critico il presente. Troppo spesso siamo abituati a pensare che “moderno” sia sinonimo di “migliore”. Questo non è assolutamente. Anzi. E gli arredi realizzati con maestria dagli artigiani di un tempo lo dimostrano.
  3. È super eco. Recupero, riutilizzo e riciclo sono le parole dello stile shabby chic. Una soluzione perfetta per chi è amica dell’ambiente.
  4. Stimola il contatto con la natura. Fiori, secchi e recisi, piante e bulbi sono elementi essenziali di questo stile che ci aiuta a mantenere l’armonia con il verde.

 

Ti sei convinta che questo stile faccia al caso tuo? Allora continua a leggere e lasciati ispirare dai 5 consigli che trovi qui sotto per aggiungere un tocco shabby chic alla casa. A partire dalla tua camera!

  1. Materiali dal sapore antico. Bandita la plastica e i materiali “tecnici” di ogni genere, opta per accessori realizzati in ferro battuto, ceramica, vimini e rattan. Due esempi? Un appendiabiti dai voluttuosi ghirigori e ciotoline (da utilizzare anche per riporre i tuoi bijoux).
  2. Specchio, specchio delle mie brame… Cornice importante e vetro antichizzato, non c’è nulla di più shabby!
  3. Merletti, tricot, broccati e ruches. Per ottenere un’allure romantica e raffinata, non dimenticare di utilizzare tessuti preziosi e un po’ “too much”. Sembrano usciti dalla soffitta della bisnonna? Allora sono perfetti! D’altronde, li mixi con altri elementi più moderni creando un contrasto di grande tendenza!
  4. Fiori e ancora fiori. Come motivo decorativo ramage sui tessuti di tende e copriletto, ma anche secchi o freschi in tanti vasi disseminati per camera. Trés chic!
  5. Ma che bel pastello! Quando si parla di questo stile, si pensa erroneamente che esistano solo i bianchi sporchi e i grigi chiari, l’ecrù e il beige. In verità, sono in perfetto mood anche i colori pastello più pieni e decisi. Sia per decorare un intero complemento, sia per aggiungere un tocco di stile ad antine e profili.