Cosa fareste se all’improvviso non foste più online?…Scatterebbe il panico o vi piacerebbe? Scopritelo dal 1° novembre al cinema, con il nuovo film di Federico Moccia. E non perdete la clip in esclusiva per Ragazza Moderna!

Dopo i successi di “Tre metri sopra il cielo” e “Ho voglia di te”, torna Federico Moccia. Maestro nel dare voce ai sentimenti dei giovani, riporta sullo schermo l’emozione di crescere. Fra amori adolescenziali e non, l’autore e regista si cimenta in una nuova avventura, raccontando la storia di una classe che parte per una gita scolastica. La professoressa Laura, interpretata da Vanessa Incontrada, ha a cuore la preparazione dei suoi allievi e organizza per loro una visita culturale di una settimana, ospitati da un’artista di fama internazionale, Gualtiero Martelli (Corrado Fortuna). Il viaggio è pieno di aspettative, ma un imprevisto turba gli animi della classe. Nel piccolo paese salentino dove vengono accolti, non c’è campo! In questo black out telematico, ragazzi e adulti si trovano costretti a tornare a una comunicazione diretta, che porterà alla luce imprevedibili reazioni…

Guardate la clip esclusiva del film:

Siamo sicure che nella pellicola avete già riconosciuto qualche volto familiare. Infatti tra i giovani alluni troviamo Mirko Trovato, protagonista della serie “Braccialetti rossi”.

Scoprite nella nostra gallery alcune immagini inedite del film:

È ormai da tempo che la tecnologia, in certi casi, si sia praticamente sostituita alle persone. Là dove un tempo c’erano sguardi, bisbiglii e bigliettini scambiati fra le mani, ora c’è una testa china rivolta su un display di uno smartphone. Da questa semplice constatazione è partita l’idea del regista che ha voluto condurre una sorta di “esperimento sociale”. Rivolto non soltanto agli adolescenti, ma anche agli adulti. Federico Moccia  ha confessato che la località salentina di Scorrano si è prestata benissimo per questo film, dato che effettivamente nel paese non c’è molto campo. In questo modo, i 20 protagonisti hanno sperimentato realmente il black out telematico. Il regista ha anche dichiarato che è stato molto divertente vedere le dinamiche che si sono create fra i ragazzi, tanto da domandarci cosa sia reale e cosa sia finzione…

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata