La linea che separa la sincerità dalla maleducazione è davvero molto sottile. E, come avrai potuto verificare già diverse volte, non tutti sanno darsi dei limiti. Spesso, infatti, con la scusa di essere onesti si pensa di poter dire tutto quello che ci passa nella testa. Viceversa, c’è chi teme di ferire l’altro e non riesce mai a dire la propria opinione, anche quando sarebbe utile per l’amico che gli è vicino.

Facciamo il classico esempio di una tua cara amica che si presenta con un nuovo taglio di capelli che non le dona per nulla. Ecco, cosa pensi di dover fare: metterla in guardia subito, anche se sai che ci rimarrà male (d’altronde, è meglio sentirselo dire da te che da qualcun altro…), oppure preferisci tacere e, se fosse necessario, offrirle a posteriori una spalla sulla quale piangere?

L’equilibrio tra i due estremi è certamente difficile, ma non impossibile. Infatti, se è giusto tenere conto dei sentimenti altrui, è altrettanto importante (proprio perché tieni conto dei sentimenti altrui, LOL) proteggere chi ami “preparandolo” alle reazioni del mondo esterno.

Ma come si possono trovare le parole giuste? Qual è l’atteggiamento corretto da tenere? A cosa devi pensare prima di agire d’istinto secondo l’uno o l’altro estremo?

Noi ci abbiamo pensato un po’ e… abbiamo stilato 5 consigli utili per non essere preda del solo istinto… e rischiare di rovinare un rapporto al quale tieni.

  1. La sincerità è una dote meravigliosa. Le persone danno più importanza all’opinione di chi sanno essere trasparente ma… prima di esprimere il tuo pensiero conta fino a dieci e mettiti nei panni di chi ti sta davanti. A questo punto, se se convinta di procedere, fallo usando tutto il tatto del quale sei capace…
  2. Distingui tra “essere sincera” ed “essere cattiva”. In altre parole, dire alla tua amica che il nuovo taglio non le dona particolarmente è una cosa, farle notare che per tornare a uno stato decente ci vorranno mesi, è un’altra.
  3. Sii costruttiva: dopo aver rivelato una verità scomoda, proponi anche una soluzione o un modo per “attenuare” la situazione difficile ella quale si trova chi vuoi bene… Quel taglio pessimo si può salvare con qualche pinzetta, un cerchietto colorato e una spruzzatina di spuma… non trovi?
  4. Siamo d’accordo: non bisognerebbe mai mentire. Eppure esistono menzogne che non possono proprio essere considerate tali. Si tratta delle “bugie bianche”, e cioè frottole dette a fin di bene perché l’altro non soffra. Fai attenzione: le bugie bianche devono DAVVERO essere dette per il bene dell’altro e devono riguardare argomenti superficiali (ad esempio, il taglio di capelli). Per tutto il resto, viva la sincerità.
  5. Ascolta sempre il tuo sesto senso. Ognuno di noi è diverso, e prende le critiche in maniera differente, quindi per non creare “incidenti diplomatici” affidati all’istinto e lascia che le parole vengano da sole. Non c’è alternativa migliore quando vuoi bene a qualcuno.

A proposito dell'autore

L'uomo può indossare ciò che vuole. Resterà sempre l'accessorio di una donna. Coco Chanel

Post correlati