L’ultima, grandiosa, sfilata di Victoria’s Secret ci ha tolto ogni dubbio: il mosso degli Angeli è davvero super. In una magica cornice newyorkese le modelle hanno sfilato con le loro chiome perfette: lunghe, lucide, vaporose e – irrinunciabile marchio di fabbrica – leggermente wavy.

Sì, perché le famose “onde” in questione non si ottengono realizzando ricci o boccoli stretti. Bensì facendo una piega morbida e sinuosa, dall’effetto sexy garantito.

Ma se il mosso in stile angelo di Victoria è un must, come si riesce a ottenerlo evitando una sessione dal parrucchiere di fiducia e senza utilizzare piastre & Co.?

Non temete! La soluzione veloce ed economica c’è! Anzi, sono svariate. Vediamole insieme!

 

#1 Bottiglia di plastica & phon

Diventato virale grazie all’esperta beauty Huda Kattan, questo stratagemma è davvero ingegnoso. Oltre che rapidissimo e super economico. Infatti, è sufficiente avere una normalissima bottiglia di plastica e un phon. Guardate il video qui sotto e… stupitevi!

https://www.instagram.com/p/Bpw4BPch5p3/?utm_source=ig_embed

Il tocco in più? Una spruzzata di fissativo per evitare che l’onda “si smonti” troppo velocemente.

#2 Torchon & elastico

Altra tecnica ultrarapida è quella di dividere la chioma in quattro ciocche, ognuna delle quali deve poi essere arrotolata su se stessa e fissata alla testa con una forcina. Attenzione: più stringi la ciocca maggiore è  l’effetto ondulato.

Per un tocco da maestra, “scalda” la chioma così acconciata e poi lascia raffreddare i capelli ancora in piega. Il tuo mosso durerà giorni!

#3 Fascia & una notte di sonno

Avete presente la fascia che utilizzate per scostare i capelli dal viso quando vi dedicate alla vostra beauty routine? È stato davvero un ottimo investimento! Infatti, se sfruttate ogni sua potenzialità, vi aiuta ad avere un viso… e una chioma strepitosi! Come? Indossatela, dividete la chioma in ciocche e arrotolatele sulla stoffa, fermandole all’interno. Quindi, dedicatevi a una notte di sonno ristoratore. La mattina è sufficiente disfare “l’impalcatura” e ravviare i capelli con le dita.

Per un risultato strepitoso, lavora la fine delle ciocche con olio o cera, così da lucidarle e definirle.

#4 Rivista patinata/spugna per i piatti & un briciolo di manualità

Per questa tecnica serve un minimo di preparazione ma non ve ne pentirete!

Per la versione A, prendete una rivista e strappate alcune pagine, piegandole poi su se stesse per formare delle strisce spesse circa due dita. Dividete in capelli in ciocche medio-piccole e attorcigliatele sulla carta a partire dalle punte. Salite fino a dove desiderate cominci il mosso e, per tenere fermi i capelli, annodate le estremità, proprio come fate con i lacci delle scarpe.

Se, invece, preferite la versione B, comprate alcune spugne per lavare, sono economiche e quando non le usate più per la messa in piega, le potete utilizzare in casa. Anche in questo caso, dividete i capelli in ciocche e arrotolatele sulle spugne come se fossero morbidi bigodini.

 

 

 

A proposito dell'autore

Mangia, prega, ama

Post correlati