Forza, grazia, energia e abbandono. Ecco che cosa regala una disciplina antichissima rivista e corretta secondo i ritmi occidentali: Power Yoga. Mai preso in considerazione?
Se per te non esiste correre o fare un’ora di aerobica, allora questa può essere la scelta giusta. Ci sono le posizioni dello yoga classico, le asana, e i movimenti delle più avanzate discipline fitness. Il risultato è una pratica completa che abbina flessibilità, respirazione, capacità di riflessione e di meditazione a movimenti per il rafforzamento muscolare. Il tutto eseguito secondo sequenze armoniche e senza interruzioni, con un ritmo costante e vigoroso, ideale per bruciare grassi e calorie: in un’ora di lezione si consumano circa 450 – 500 chilocalorie.
Tutti possono praticarlo? Sì, ma per essere certi di non avere brutte sorprese visto che i movimenti che poi si faranno non sono così usuali, è meglio fare una visita medica che tanto serve per ottenere il certificato di idoneità sportiva richiesto da qualsiasi palestra.
A favore della disciplina ci sono 5000 anni di esperienza durante i quali si è sviluppata la forma più completa e contemporanea di allenamento funzionale alla quale sottoporre il nostro corpo. Insomma, Power Yoga è per tutti (a parte poche eccezioni), sia per quanto riguarda l’età sia per la conformazione fisica. L’abbondanza non è un ostacolo: vedere per credere digitando #curvyyoga e #plussizeyoga.
Se proprio bisogna seguire qualche accortezza, nel Power Yoga la cosa importante è fare come suggeriscono i bravi maestri: imparare a sentire il corpo. È il nostro fisico che ci dice quando non dobbiamo andare oltre nell’esercizio: per esempio, quando un movimento non ci fa sentire a nostro agio o quando sentiamo di forzare la posizione. Allora non importa raggiungere l’obiettivo subito, l’importante è arrivarci per gradi. Un obiettivo che va a tutto vantaggio della salute psicofisica, stando a quello che ha dichiarato alla rivista Glamour l’italiana Bibi Lorenzetti, che dello yoga ha fatto la sua ragione di vita e una super carriera di insegnante nella scuola più cool di New York: “Lo yoga ti rende indistruttibile, una donna bionica. Io non mi ammalo da tre anni”.
Allora, perché non provare una lezione e scoprire che, in un mondo in cui ci insegnano ad aver fretta fin dalla culla, non è niente male ricavarsi un angolo di pace e di relax? Magari condiviso con le amiche del cuore.

Fashionista in palestra
Come mi vesto? Anche in palestra la voglia di essere sempre “fashion” non passa, anzi. Ma per le discipline olistiche (cioè quelle che abbinano l’esercizio fisico al benessere mentale come è anche Power Yoga), servono abiti comodi, meglio se in tessuti naturali.
Da Decathlon i leggings Actizen sono oltre che comfortevoli anche traspiranti, in tessuto opaco. Hanno vita alta che avvolge bene la fascia addominale anche nelle posizioni a terra o a testa in giù. Sono da abbinare a una delle numerose canotte o magliette proposte dal marchio. Sotto, importantissimo, il reggiseno sportivo, il capo più importante per ogni donna che pratica attività fisica. Sceglietelo in base alla forma del vostro seno e non secondo la moda, assicurandovi che avvolga bene e tenga fermo il petto. Arena ne propone diversi a seconda della conformazione anatomica così come Nike.
A lezione, non si deve mai dimenticate il telo o il tappetino, magari i Becomfort e Bepro di Beground nei colori in sintonia con i Chakra, parola sanscrita che significa cerchio, centro di energia che si allarga a spirale.
Per la doccia, la linea super naturale di Omia, con il Dermo Bagno all’Aloe Vera e Fisio Shampoo all’olio di Argan. Dopo, sulla pelle, il Dermo Gel Lenitivo Viso Corpo.
Non si può dimenticare un pratico borsone come gli Sport Bags di Bensimon che strizza l’occhio ad un po’ di glamour.