In quante tipologie di uomini vi siete imbattute nella vostra vita? Di chi vie siete innamorate e perché?

La maggior parte delle donne è dannatamente legata al principio che l’amore “salva tutto e chiunque”.

Nessun rospo, però, è mai diventato principe: smettetela, quindi, di vedere mantelli azzurri e cavalli bianchi dove non ci sono.

Si dice che “l’amore è cieco”. Ma con una sana iniezione di realtà è anche giusto ammettere che esistono ragazzi più o meno giusti per noi. Sia a seconda del carattere, delle abitudini, delle convinzioni, sia in base alla fase che si sta attraversando. Per questo motivo è importante conoscere le tipologie di boys nei quali ci si imbatte. E, ovviamente, avere presente pro e contro di una possibile relazione con loro. Perché, talvolta, alcuni rapporti – se “assunti” con la corretta posologia – potrebbero addirittura rivelarsi terapeutici.

Una teoria che “apre gli occhi”, con la quale la scrittrice “sopravvissuta all’amore”, come si definisce lei stessa, Gaia Parenti dà il via al suo “Manuale di prevenzione amorosa per donne single”, edizione Ultra life. Ed è proprio a lei, quindi, che abbiamo chiesto di svelarci qualcosa in più sull’universo maschile. A partire, appunto, dalle tipologie di ragazzi che si possono incontrare sul proprio cammino, perché “prevenire uno sbaglio di coppia è meglio che curarlo”. E per cominciare, un classico dei classici…

Il Manuale di prevenzione amorosa per donne single di Gaia Parenti... sempre in borsa, per un ripassino di emergenza alla necessità!

Il Manuale di prevenzione amorosa per donne single di Gaia Parenti… sempre in borsa, per un ripassino di emergenza alla necessità!

Quello che “non sono ancora pronto”

 

Il principio attivo è la “stitichezza sentimentale”. È il classico tipo che ti dice in scioltezza “saresti perfetta per me, ma adesso non è il momento giusto. Sto passando un momento di confusione”. Non cascateci ragazze. Se siete perfette perché non andate bene proprio adesso? Il momento sbagliato non c’è (tranne in rarissimi casi). La verità è che lui è confuso sì, ma con voi. Magari con altre è pronto, questo è un aspetto molto importante. Si tratta, quindi, di una tipologia da evitare assolutamente.

Perché è pericoloso…

Potrebbe insorgere lo spirito della salvatrice, rinsaldato dal concetto: “con le mie cure amorevoli e il mio affetto, gli farò cambiare idea”. A volte la parte del ragazzo confuso viene portata avanti così bene che, dopo che averlo guarito da insicurezze e dubbi, se ne va da un’altra.

Come proteggersi

Impariamo a sbugiardare questi ragazzi che sovente dicono anche “si … mmm … ci frequentiamo, non stiamo assieme” (dopo 6 mesi / 1 anno magari). O si prova a frequentarsi seriamente e poi si vede o, altrimenti, tagliate… SUBITO!

Quando assumerli

Possono essere terapeutici se una ragazza non si vuole impegnare, ed e’ consapevole che la storia può essere condita con leggerezza e spensieratezza. Accettando, ovviamente, anche di non essere “la sola”. Lui sicuramente ne frequenta altre, proprio perché non è capace di darsi, quindi sparge apparente affettività ovunque. Proteggersi? Mantenendo il giusto distacco. Farsi cercare, mandare al massimo un messaggio alla settimana senza chiedergli direttamente di vedersi, ma dicendo che lo state pensando. E… stop!! Se davvero è interessato, sarà lui a muovere le zampe. Bisogna ogni tanto giocare d’astuzia. Divertendosi, certo, ma utilizzando sempre il paracadute. Se sentite avvisaglie di innamoramento, prendete quindi la prima via di fuga…

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata