Vi è mai capitato di incontrare un manipolatore narcisista? Probabilmente sì, anche se pensate di non averci mai avuto a che fare. Oppure, se non sapete rispondervi in merito, vi aiutiamo noi: ecco come riconoscere questi “vampiri affettivi”.

 

L’identikit del narcisista – manipolatore:

portatore di grandi gioie, ma di altrettanti dolori. Superata la fase di corteggiamento iniziale, durante la quale il suo scopo è cercare di impressionare e compiacere l’altro, il soggetto narcisista inizia a richiedere di soddisfare principalmente i suoi bisogni egoistici. Si aspetta che voi siate sempre disponibili quando vuole e che limitiate le vostre altre attività per essere maggiormente libere per lui: insomma, manipola la vittima amorosa con falsa tenerezza e dopo averla conquistata se ne nutre in maniera avara.

Il narcisista non è interessato ad avere accanto una persona indipendente, con propri pensieri, sentimenti e passioni, ma desidera avere soltanto qualcuno che sia un’estensione di se stesso. I manipolatori, attraverso il raggiro, fanno compiere al proprio partner delle azioni che tornano a loro esclusivo vantaggio personale.

Cosa succede dunque alle persone che stanno intorno a un individuo con un disturbo narcisistico della personalità? Le vittime sono minate e fiaccate nei loro punti deboli e di conseguenza piombano in una spirale negativa, dalla quale non escono senza traumi. Quando si viene abbandonati infatti, si può subire un trauma abbandonico, ma se a questo si aggiunge il trauma da narcisismo la situazione diventa ancora più grave: il partner narcisista, oltre ad abbandonare, mira a distruggere, umiliare, ferire, offendere il partner che viene abbandonato.

La sindrome da Trauma da Narcisismo (TdN), si caratterizza da un persistente stato d’angoscia e dal pensiero ossessivo del fantasma del partner narcisista, del quale non si riesce a comprendere la crudeltà delle sue azioni. A ciò si accompagnano attacchi di panico, depressione, ansia, difficoltà a dormire, difficoltà ad alzarsi la mattina, difficoltà nella vita lavorativa e nella capacità di concentrarsi, paura di luoghi e oggetti che rievocano il narcisista traumatizzante.

Dunque, fate attenzione ragazze, perché questi “vampiri affettivi” sono persone che inizialmente attraggono grazie alle loro caratteristiche seduttive, facendo sentire le loro vittime amate in modo unico e straordinario… Ma non lasciatevi abbindolare dalle loro attenzioni: se vi trovate di fronte a un manipolatore – narcisista, scappate a gambe levate!!