Se soffrite questo clima africano, ecco qualche pratico consiglio per contrastare l’afa e la calura estiva in casa, anche senza il condizionatore

Aria condizionata? No grazie! Esistono infatti modi più green per non patire il caldo e restare freschi in queste giornate di arsura. Con temperature così elevate è normale sentirsi spossati e stanchi anche a casa, dove svolgere qualsiasi attività potrebbe diventare più faticoso del previsto, da cucinare a dormire bene la notte.

Per combattere il caldo molti si affidano al condizionatore, spesso facendone un uso eccessivo, specialmente nei negozi e nei centri commerciali. Ma c’è anche esistono chi non sopporta l’aria condizionata o non può permettersela. E chi alancora la evita per questioni ambientali.

Putroppo l’innalzamento delle temperature degli ultimi anni sta mettendo a dura prova non solo il nostro quotidiano, ma anche la salute del nostro pianeta. Dai ghiacciai artici, che fungono da termometro dei cambiamenti climatici, alle montagne di casa nostra, dove in questi giorni si sono registrate temperature preoccupanti: sul Monte Bianco, a circa 4750 metri di altezza, si sono toccate temperature sopra lo zero (1.8 °C).

perché allora non cercare di sopravvivere al caldo cittadino senza danneggiare l’ambiente? Vi sveliamo qualche trucco per farlo. Se ce l’hanno fatta i nostri avi, possiamo farcela anche noi!

 

Tapparelle abbassate

Banalità? Forse. Eppure non tutti sanno che circa il 30% del caldo entra dalle finestre e l’uso di avvolgibili, tende e simili, non solo può far abbassare la temperatura interna di sei gradi, ma anche risparmiare fino al 7% sulle bollette. In pratica, le persiane abbassate impediscono alla casa di diventare una serra. Un altro piccolo accorgimento è tenere le porte delle stanze aperte.

A letto fresco!

Il tessuto migliore in questa stagione è sicuramente il cotone, che traspira più facilmente. Quindi meglio utilizzare pigiami e lenzuola in questo filato. Detto questo, una mossa furba è riempire una borsa dell’acqua calda e metterla in freezer, per poi posizionarla all’estremità del letto o nel punto in cui si vuole provare un po’ di refrigerio. Sdraiarsi sulle lenzuola sarà finalmente un vero piacere!

Via a ventilatori e ventole

Anche i ventilatori da soffitto vanno adattati alle stagioni. In estate infatti, è meglio regolarlo in senso antiorario e ad una velocità più alta, così il flusso d’aria del ventilatore creerà un piacevole effetto brezza. Se non basta, si può sempre accendere la cappa della cucina e la ventola del bagno: entrambe aspirano l’aria calda che si genera dopo la doccia o dopo aver cucinato.

Brezza marina fai da te

Un semplice trucco per sentirsi un po’ come al mare ed evitare di lasciare la propria sagoma sul letto, in stile Sindone: basta riempire di ghiaccio una scodella e metterla davanti a un grande ventilatore, così il ghiaccio verrà nebulizzato nell’aria ad una temperatura ancora più fredda. Provare per credere.

Niente Masterchef

Banditi ovviamente forni e fornelli, per la gioia di tutti quelli che non amano cucinare. Se già sembra di stare in una sauna, accendere un forno non farà certo sentire meno caldo. Meglio dunque mangiare qualche piatto fresco e salutare: non solo la preparazione è più veloce, ma sarà anche un toccasana per la prova costume.

Rinfrescare noi, prima dell’ambiente

Ammettiamolo, quando si ha molto caldo vale tutto: che sia sorseggiare gustose bibite ghiacciate o passare un panno umido su zone come gambe e collo. Anche mettere viso, polsi e gomiti direttamente sotto il getto d’acqua del lavandino. Un gesto che vi regalerà preziosi minuti di freschezza. Tra le altre opzioni, freschi pediluvi a base di acqua e sale e non asciugare del tutto i capelli, lasciandoli leggermente umidi sulle punte.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata