Sembra quasi un’equazione matematica: ora legale sta a primavera, come primavera sta a sonno! Ecco cinque regole utili per prepararsi al cambio dell’ora.

Arriva la fine di marzo, e come ogni anno l’ora legale sposta le lancette avanti di un’ora. Ma il più delle volte non ci rendiamo conto che, anche se solo di 60 minuti, il nostro corpo vive questo cambiamento in maniera drammatica. Per sanare il nostro sonno troviamo aiuto nei consigli degli esperti. Gli specialisti infatti, propongono un training ad hoc, con cinque semplici regole anti sbadiglio.

Dobbiamo innanzitutto capire quali comportamenti possono essere correlati alla mancanza di sonno. In particolare, l’aumento delle ore di esposizione alla luce, modifica alcuni ormoni tra cui la serotonina e la melatonina che regolano l’umore e la qualità del sonno. Se dovesse capitarvi di essere più irritabili del solito e avvertire un cambiamento per il senso di fame, stavolta potrebbe non essere colpa del fidanzato che ci fa infuriare! Ma del cambio d’ora. A differenza però del fidanzato… possiamo prevenire questi sintomi.

I consigli da seguire nei primi giorni dell’ora legale

1. Anticipare di circa 20/30 minuti il momento di coricarsi. Vale lo stesso per la sveglia, anticiparla di qualche minuto aiuta a dare al corpo la giusta alternanza fra sonno e veglia. Questo aiuterà a stabilire un ritmo regolare e salutare della propria giornata.

2. Non sottovalutare la qualità dell’alimentazione. È importante evitare pasti serali abbondanti e troppo laboriosi, che possono disturbare la digestione. Inoltre, ricordate di consumare frutta lontano dai pasti e di introdurre cibi ricchi di serotonina (semi di girasole, frutta secca, noci, mandorle). Ricordate anche di evitare alimenti eccitanti dopo le 18.00 tipo: caffè e cioccolato (Sigh!)

3. Aumentate l’attività fisica. Ma ricordate sempre che è meglio non praticarla in orari serali, l’ideale è farla entro le ore 18.00 e mai oltre le 20.00.

4. Evitare l’inquinamento elettromagnetico. Bisogna allontanare dalla camera da letto cellulari, PC e TV accesi. Sappiamo quanto sia difficile disconnettersi ma è meglio evitare i dispositivi elettrici in quanto la loro luce, anche se fioca, danneggia il sonno che al contrario dev’essere conciliato e supportato da un ambiente buio.

5. Rimanere idratati. L’acqua è la migliore amica per il corpo è bene cercare di essere sempre ben idratati, prediligendo acque a basso residuo fisso con pochi sali minerali pesanti. L’ideale è di consumare almeno un litro al giorno al di fuori dei pasti.

Il cambio orario, dunque, è un momento da non sottovalutare, soprattutto se si è soggetti sensibili, giocare d’anticipo può essere un valido aiuto.

Mi raccomando girls! Seguite i consigli e vedrete che ogni mattina vi sveglierete come un fiore…giusto in tempo per la primavera!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata