Volevo essere la tua ragazza è il primo romanzo che racconta l’esperienza di un’adolescente transgender. Un racconto che mostra le paure, i drammi e le enormi difficoltà di questa protagonista.

“Ho sempre voluto indossare abiti da femmina. Sempre, fin da quando riesco a ricordare.”

Amanda Hardy si è apppena trasferita nella nuova scuola e non conosce ancora nessuno. Vorrebbe farsi dei nuovi amici, ma ha un segreto, per mantenerlo non deve dare troppa confidenza alle persone. Almeno questo è il suo proposito. Ma quando incontra il dolce Grant, Amanda non può fare a meno di lasciarlo entrare, poco a poco, nella sua vita. Man mano che trascorrono il tempo insieme, Amanda si rende conto di quante cose si sta perdendo nel tentativo di tenere al riparo il proprio cuore. Giorno dopo giorno si ritrova a voler condividere con Grant tutto di se stessa, compreso il suo passato. Ma è terrorizzata all’idea che, una volta saputa la verità, il ragazzo non sarà in grado di vedere oltre, e si allontanerà per sempre.  Qual è il terribile segreto che Amanda non vuole rivelare? Un nome: Andrew. È il nome con cui Amanda era conosciuta nella vecchia scuola e nella vita che ha rinnegato. Ma davvero la verità può avere un prezzo così alto?

Questa protagonista vive un’esistenza in cui si sente fuori posto, piena di paure e di infelicità. Tanto che, quando finalmente prova la felicità non riesce a riconoscerla.

” Mi sento strana, leggera. E mi gira la testa” “Non stai male tesoro”- le dice la sua mamma- “Sei felice”

La scrittrice Meredith Russo, ha cambiato la sua identità sessuale qualche anno fa. Volevo essere la tua ragazza (Newton Compton Editori) è il suo romanzo d’esordio, ha vinto importanti riconoscimenti in America e all’estero. Attualmente Meredith Russo scrive sul New York Times su temi legati al gender.

Una storia d’amore come tutte le altre, ma non proprio.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata