Era il 1983 quando arrivò in Italia il film Flashdance, storia di un ragazza operaia con il sogno di entrare come ballerina all’accademia d’arte. Il suo sogno si avvera e trova anche l’amore. La pellicola diviene ben presto un cult movie ottenendo 200 milioni di dollari al box office mentre la colonna sonora da Oscar ha venduto più di  20 milioni di copie nel mondo.

Questa sera debutta a Milano al teatro Nazionale Flashdance Musical, nuova produzione firmata Stage Entertainment con la regia di Chiara Noschese. Un allestimento teatrale completamente inedito, molto fedele al film originale con le hit più famose (What a feeling, Maniac, Manhunt, I love Rock’n Roll) lasciate in inglese, ma con un tributo alla canzone “Gloria” di Alberto Tozzi presente nel film. Per raccontare la storia di una donna che insegue la sua passione con talento e determinazione la regia è stata affidata a un’artista poliedrica e brillante come Chiara Noschese che per il ruolo di Alex ha scelto Valeria Bellaudi, per la prima volta sul palco come protagonista.

«Le prime volte fanno paura, ma allo stesso modo ti regalano un sogno, quello di poterti superare, metterti alla prova e andare oltre: è proprio questo che voglio trasferire nel musical Flashdance», ha detto la regista in conferenza stampa. In questo periodo stiamo assistendo a un ritorno prepotente degli Anni ’80 e delle sue eroine. E Alex, la protagonsita del cultmovie Flashdance è un personaggio attualissimo: una donna 2.0 con una forte personalità, che a volte può apparire un po’ agressiva, ma questo suo temperameno lo ha per difendere e costruire il suo sogno. Accanto alla regista Chiara Noschese un team creativo tutto italiano e dall’incredibile talento per quanto riguarda, coreografie, musica, suoni e luci.

Dove e quando

Da giovedì 5 ottobre a domenica 31 dicembre

I biglietti per il musical si possono acquistare online su Ticketone o su www.teatronazionale.it o alla biglietteria del teatro Nazionale CheBanca! in via Giordano Rota 1 a Milano.

 

 

A proposito dell'autore

“Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza prova a dormire con una zanzara”. Dalai Lama

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata